lunedì 4 settembre 2017

Italiani a Dubai... Ciclisti tra le valli Bergamasche

A cura di Nico De Corato

Una serie incredibile di coincidenze ha portato me, Nico de Corato da anni residente a Dubai, a festeggiare l'Eid Al Adha con due connazionali anch'essi residenti a Dubai. E di farlo nel migliore dei modi: con un fantastico allenamento in montagna.

Ma andiamo con calma. Poche settimane fa mi sono regalato una FatBike (acquistata da Cicli Pellegrini Clusone BG) da lasciare qui in Italia per le seppur sporadiche volte che vengo da queste parti. Pochi giorni dopo mi contatta Jacopo Tonucci, che dopo aver acquistato una e-bike nello stesso negozio viene a sapere che "un altro tizio che vive a Dubai si aggira da queste parti". Mi contatta e ci lasciamo con un "organizziamo qualcosa alla prima occasione". Ma poi non riusciamo a incontrarci.

Ritornato per alcuni giorni in Val Seriana, scopro da un post facebook che il "milanese" Marco Bertocchi (personal trainer Iamcoachmarco) in realtà è di queste parti. Gli propongo di fare una allenamento insieme. Io sto approfittando di questa pausa estiva per un'intensa fase di training. Dopo un paio di giorni mi chiama e mi propone: "E se facessimo un giro con le e-bike? Ma non ti spiace vero se viene un amico?"

Come potrete immaginare... l'amico era Jacopo. E così ci siamo organizzati per un fantastico giro in bici. Lascio la mia Fatbike a casa (ma solo per oggi...) per provare la mia prima e-bike. Mai fatto mountain bike, mai provato una e-bike, ma sono pronto a questa avventura con gli altri due banditi.

In realtà scrivendo questo articolo parlo di banditi, pirati, e faccio il figo... ma in realtà abbiamo sudato sangue (io soprattutto... che mi sono presentato digiuno all'appuntamento perché la mia tabella prevede allenamenti senza aver mangiato prima).

E durante le 5 h di pedalata sembravamo più Fantozzi, Ragionier Renzo Filini e il Geometra Calboni.. E tante citazioni dei film sono state recitate (quando il fiato lo permetteva).


Panorami mozzafiato. Ma percorsi anche molto tecnici e tanta fatica. Dopo circa 3,30 decidiamo di separarci. Io sono stanco: sono a digiuno da 15 h e non prevedevo un giro così lungo e impegnativo.

E come al solito la prima regola è "non farsi male". Per cui preferisco non rischiare con l'ultima parte di percorso. Mi fermo una mezz'ora prima di tornare indietro lungo lo stesso percorso dell'andata: una discesa parimenti difficile tecnica e impegnativa.

Mentre Jacopo e Marco vanno avanti. Ma senza prima essersi accertati che io sia in grado di affrontare la discesa da solo in sicurezza. Appuntamento all'auto da li a un'ora.

Gli dico di si... ma in realtà ho fatto un volo con la bici che la metà basta... Ma solo ematomi e nulla di grave. Solo un po' dolorante. Per cui piedi sui i pedali, freni sotto controllo e via con la discesa. Ma adesso basta scrivere... e guardiamo il video con le foto (scattate da tutti noi) della nostra magnifica giornata insieme!
Il Video


Nessun commento:

Posta un commento