giovedì 2 dicembre 2021

Panoramica delle Vette da Ravasvascletto a Comeglians

Il tracciato è tra i più panoramici e duri dell’arco alpino del Friuli Venezia Giulia e collega il Comune di Comeglians con quello di Ravascletto, siamo tra i monti della Carnia, in provincia di Udine. 
 

Per la mia gita di oggi in bicicletta ho scelto di partire da Ravascletto, in direzione contraria rispetto alla letteratura disponibile sul web. Si tratta di una percorso lungo ben 35 km che collega i paesi di Comeglians a Ravascletto passando in quota sulle alte vie che può fare sia in macchina (occhio ai cartelli), in bici, a piedi o a cavallo. 

La scelta di partire da Ravascletto è dettata dal fatto che lì si trova una comoda area di sosta non mai particolarmente affollata e in genere quasi sempre frequentata da ciclisti. E' un percorso che per la sua permanenza in quota su strada sterrata permette di ammirare il paesaggio sino al fondovalle e ricorda molto la Strada dell'Assietta.

Partendo da Ravascletto la strada si trova per buona parte immersa nel bosco e si arrampica sul fianco del Monte Runch all'uscita del bosco ci aspettano ancora 4 tornanti e si arriva quasi sotto alla cima del Monte Valsecc. 

Poi la strada diviene sterrata ma pianeggiante, snodandosi sui fianchi dei monti: Piz di Mede, Cuar dal Bec, Monte Pezzacul sino fianco del monte Crostis e Neval, offrendo per tutti i suoi 7 km il panorama per cui è famosa. 

Si arriva alla sommità poco dopo località Casera Chiadins alta (dove si trova il rifugio Chiadinas), da qui inizia una lunga discesa di 12 Km e 18 tornanti per arrivare sino a Taulis (900m s.l.m.). 

Da Taulis c'è una strada che riporta direttamente a Ravascletto senza dover scendere sino a Comeglians, io purtroppo ho avuto la sfortuna che la strada era chiusa (a metà Agosto!!!) e sono dovuto scendere sino Comeglians per risalire a Ravasclettto e a raggiungere il punto di partenza.

Il Video



Il Percorso


Nessun commento:

Posta un commento