lunedì 26 settembre 2011

Day 3: Le Gorges du Verdon

7:38, la sveglia non ha suonato alle 7, poco male vuol dire che avevo bisogno di dormire.
Non è proprio vero che il buongiorno si vede dal mattino, sveglia con nebbione tremendo, qui dicono che si alzerà, la speranza é l'ultima a morire sarebbe un peccato fare le Gorges in mezzo alla nebbia.
Colazione un po' scarsina, ma in linea con l'hotel anche lui scarso.
10:24 fa la sua apparizione il grande assente si questi giorni, il sole. Chi l'avrebbe mai detto, giornata splendida, e via quindi i gambali e la giacca invernale.
Cambio di percorso rispetto al programma, mi consigliano la rive droite, come la più spettacolare, per me addirittura meglio perché accorcia il percorso. La prima parte delle gorges la percorro immerso nella nebbia, ma quando arrivo al point sublime, il sole é già alto e mi concedo anche una passeggiata sino al bel vedere dopo aver bloccato la bici col lucchetto.
13:30 pranzo a Moustier St. Marie. Paesello molto carino addossato alle montagne con la caretteristica chiesetta un mezzo a due pennoni di roccia tra i quali vi è un cavo d'acciaio che sostiene una stella. Nel paese non circolano automobili, mi concedo anche una piccola passeggiata per fare qualche foto.
14:30 il trasferimento da Moustier St. Marie a Greoux le Bain é abbastanza veloce e caretterizzato dai profumi della Provenza, lavanda, alberi di pino e erbe provenzali. Visto che sono in leggero anticipo ne approfittò per fare un po' di manutenzione in una area picnic, la pioggia di ieri mi aveva un po' incrostato la catena ed era diventata parecchio rumorosa, una bella oliatina e pulita della catena con carta igenica recuperata in hotel e il meccanismo riprende a funzionare come un orologio.
Incredibili le differenze di temperatura stamattina a Castellane avevo l'abbigliamento invernale e adesso sono in costume da bagno che sto prendendo il sole.










  



Complete Photo Gallery
2011-09-26 Day 3: Castellane - Greoux le Bains

3 commenti:

  1. Ricorda che il ciclista deve sempre alimentarsi bene.

    RispondiElimina
  2. Grande Max, ti consiglio poi la deviazione a Saint Remy de Provence.

    RispondiElimina