lunedì 24 gennaio 2022

Elogio della Via Æmilia Scauri (e dei prati stabili)

Un breve percorso campestre con partenza dal mulino di Bosco Marengo. Si pedala su strade bianche con l'Appennino all'orizzonte, in parte sul sedime della citata via romana. Si arriva alla sponda del Torrente Orba, all’omonima riserva naturale, con i preziosi boschi di ripa. Strade bianche a tratti ben pedalabili, a tratti meno, in particolare dopo pioggia. Bicicletta da sterrato consigliata, ma non essenziale. Breve tratto di pista su prato lungo l’Orba. Da rilevare infine la carenza di segnaletica, storica e direzionale. Ma il viaggio è breve, qualche divagazione fra prati e fossi non costituisce un gran problema. 

Bosco Marengo - Riserva naturale dell’Orba – Bosco Marengo, Strada Lemme – incrocio Via Æmilia Scauri – Riserva naturale dell’Orba – Diga di San Michele – Strada dei Prati – Fresonara (gelso bianco monumentale) - Strada dei Prati - Via Æmilia Scauri - Bosco Marengo. 

Il Percorso


Scarica qui il file GPX file del percorso su bikemap.net

Nessun commento:

Posta un commento