giovedì 5 dicembre 2019

Seconda Tappa: Bogliasco - Livorno (186 Km)


Racconto di Lamberto Pozzati

Lunedì 20 Maggio ore 6:30: guardo fuori dalla finestra con la speranza di trovare una giornata migliore, purtroppo  non è cambiato nulla, cielo nero e pioggia.



“Mauro anche oggi non ci aspetta niente di buono”,  il morale non è molto alto, ma la motivazione del nostro viaggio ci aiuta a trovare la forza di affrontare  un’altra tappa sotto la pioggia.

Dopo aver preparato le nostre bici e il carrello si parte. Pochi km e già si scatena la prima bomba d’acqua che ci accompagna fino a Recco. Con grande fatica e coraggio affrontiamo la dura salita della Ruta.

Proprio su questa salita incontro un problema meccanico: il cambio non lavora più sui rapporti agili quindi devo arrivare in cima con rapporti più duri facendo il doppio della fatica.

Raggiunta la vetta della salita affrontiamo la discesa con molta difficoltà e paura per la quantità d’acqua che correva per la strada;  il vento freddo ci costringe a fermarci a Rapallo per poterci cambiare con indumenti asciutti.

Ripartiamo per Sestri Levante sempre sotto la pioggia e arriviamo ad affrontare un’altra salita, quella del Bracco di 615 MT; non è un percorso duro, ma sotto un diluvio dirompente e con la visuale coperta da nuvole nere anche questa  discesa diventa molto pericolosa. 
Siamo concentratissimi, non possiamo permetterci nessun errore. Il vento è molto forte e ci fa sbandare, non possiamo scattare fotografie per documentare il paesaggio ma è davvero impossibile fermarsi ed estrarre il telefonino. 
Alla fine della discesa siamo costretti ad un’altra sosta per cambio abiti: siamo troppo bagnati, come se avessimo fatto un bagno vestiti!
Si riparte e sembra che la pioggia diminuisca, strada facendo il tempo migliora e finalmente vediamo il sole che ci accompagna fino a Pisa.

Qui riusciamo a scattare qualche foto con tranquillità, ma c’è una cosa più urgente e importante in questo momento: dobbiamo trovare una lavanderia per poter lavare e asciugare gli indumenti bagnati!

Sistemate le borse e mangiato qualcosa ripartiamo alla volta di Livorno. Devo dire che fino a qui è stata veramente dura! Devo fare i complimenti a Mauro perché per affrontare e superare queste difficoltà, sommate alle condizioni meteorologiche, bisogna avere un buon allenamento fisico, ma soprattutto psicologico.

La seconda tappa sta per concludersi,  trovata la sistemazione per dormire facciamo una passeggiata sul lungo mare alla ricerca di un localino dove mangiare. Ecco, troviamo un bel posticino, gestito da un ex ciclista, che ci propone specialità livornesi: un buon primo piatto abbondante di pasta alla livornese e un secondo di pesce,  tutto buono!

Il tempo vola e si è fatto tardi, dobbiamo rientrare in albergo e ci aspettano ancora 4 km a piedi, giusti per smaltire la cena.

Arriviamo in albergo e prima di rientrare diamo un’occhiata al cielo: qualche nuvola e poche stelle. Speriamo in bene per l’indomani. Buona notte

<-- 1a Tappa: Vercelli – Rapallo 3a Tappa : Livorno - Grosseto -->

1 commento:

  1. Btavi ragazzi, so cosa vuol dire viaggiare in quelle condizioni. Complimenti

    RispondiElimina