sabato 25 dicembre 2021

Elogio del Maometto di Borgone di Susa

La località Maometto si trova a monte di Borgone, sulla strada secondaria per San Didero. Con pochi minuti a piedi si raggiunge la radura che ospita il masso con il bassorilievo. La citata strada secondaria fa parte della Ciclostrada della Val di Susa, detta “del Diacono Martino”: da Rivoli a Susa e Novalesa su strade laterali secondarie ai due lati della valle. Un viaggio lungo, ma il treno consente molte varianti e, soprattutto, un comodo ritorno. Lungo ma ricco: Il Parco naturale dei Laghi di Avigliana, i centri abitati con i loro castelli e le fontane di pietra, Foresto e il suo magnifico orrido, la romana Segusium, Chianocco e i suoi lecci. E infine la Val Cenischia: Novalesa, le sue cascate e l’abbazia. Un giorno può non bastare. La ciclostrada è segnalata ma non ancora completata e qualche difficoltà si può incontrare prima di Susa (settembre 2021). Sempre Susa e dintorni sono l’unica zona con traffico. Per il resto si va su provinciali tranquille, in alcuni tratti chiuse ai mezzi motorizzati nei giorni festivi. Vigilano sul viaggio i potenti profili del Monte Pirchiriano con la Sacra di San Michele e del Rocciamelone, montagna un tempo “più alta d’Italia”.

Rivoli - Avigliana – Parco naturale Laghi di Avigliana – Sant’Ambrogio – Chiusa San Michele – Vaie – Sant’Antonino – Villarfocchiardo - Borgone - Maometto - San Didero – Bruzolo – Crotte (Chianocco) – Bussoleno – Foresto, (Riserva naturale dell’Orrido di Foresto) - Chiodo – San Giuliano – Susa – Mompantero – Trinità – Marzano – Grangia – Venaus – Parore - San Rocco - Villaretto – Cascate – Novalesa, Abbazia – Susa. Stazioni ferroviarie lungo il percorso.


Il Percorso


Scarica qui il file GPX file del percorso su bikemap.net

Nessun commento:

Posta un commento